Nei nostri articoli qui su UpGo.news citiamo spesso due realtà: AGCOM e AGCM. Non tutti sanno di cosa si occupano e quali sono le differenze tra i due organismi. Per questo motivo, nella nostra rubrica delle D&R, oggi approfondiamo velocemente le peculiarità di queste due autorità così importanti.

AGCOM e AGCM
In materia di telecomunicazioni, sentiamo spesso parlare di AGCOM e AGCM. Ma cosa sono queste due autorità? Di cosa si occupano? E quali sono le differenze?

Avrete senza dubbio sentito parlare dell’AGCOM e avrete senz’altro letto di AGCM. Ecco, in questo secondo caso non si tratta della prima sigla scritta male ma di un organismo a sé stante simile all’Autorità Garante per le Comunicazioni ma avente dei compiti suoi ben precisi.

Le due autorità per quanto simili e diverse al tempo stesso, hanno stretto un accordo proficuo poco più di un anno fa, per rendersi sempre più efficienti nelle rispettive mission e comunque rapide nell’intervenire quando si intravedono pratiche scorrette nel mondo delle telecomunicazioni e, più in generale, del mercato.

Cos’ è AGCM?

La sigla in questione sta per Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e si tratta di un’autorità indipendente che si occupa prevalentemente di:

  • vigilare e controllare gli abusi di posizione dominante da parte dell’aziende;
  • vigilare e controllare pratiche scorrette come i cosiddetti “cartelli” tra le aziende che talune volte risultano dannosi per la libera concorrenza;
  • tutelare il consumatore in tutte le questioni che riguardano pratiche commerciali scorrette, clausole vessatorie e pubblicità ingannevole;
  • valutare i casi di conflitto di interesse tra i componenti del governo e attribuzione di punteggi di rating sulla legalità.

Cos’è e cosa fa AGCOM?

L’Autorità Garante per le Telecomunicazioni garantisce una serie di tutele per i consumatori in materia di comunicazioni riguardanti pratiche scorrette da parte degli operatori telefonici e televisivi.

La principale mission di AGCOM è quindi quella di tutelare e garantire una corretta competizione sul mercato dei principali competitor in materia telefonica, televisiva e dell’energia.

Questa risposta ti ha soddisfatto? Hai altre domande? Scrivilo nello spazio sottostante

avatar