Avete mai sentito parlare di fibra accesa o fibra spenta? Se la risposta è negativa eccoci in soccorso di uno dei tanti piccoli quesiti che riguardano la telefonia con la nostra rubrica dedicata alle domande e alle risposte.

fibra accesa o fibra spenta
Fibra accesa o fibra spenta? Quali differenze ci sono? Cosa significano queste due diciture

Con il termine fibra spenta si intende una caratteristica tecnica dell’infrastruttura che gestisce la connessione. L’operatore in questo caso sta offrendo la cessione del diritto d’uso della sola rete in fibra con annesso il servizio di manutenzione. Sono escluse tutte le restanti infrastrutture che riguardano la trasmissione vera e propria del segnale ottico.

Una delle società attualmente attive nel settore che offre la fibra spenta è proprio OpenFiber da cui gli operatori telefonici affittano o acquistano anche parzialmente la connessione in fibra (appunto fibra spenta) per ampliare la loro copertura di rete.

Con il termine fibra accesa invece, ovviamente parliamo dell’esatto opposto ossia la cessione del diritto di uso di una rete comprese tutte le strutture e tecnologie necessarie per la trasmissione del segnale ottico.

Un fornitore di fibra accesa può competere direttamente con gli altri operatori che detengono la propria rete in fibra ottica.

Anche i normali clienti se lo desiderano possono sapere che tipo di segnale in fibra ottica stanno utilizzando, una volta individuato l’operatore telefonico a cui intendono abbonarsi basta fare la richiesta di verifica copertura del segnale. Verranno quindi fornite tutte le informazioni tecniche compresa la tipologia di linea (se fibra accesa o spenta) e se il segnale viaggia su infrastrutture di proprietà della compagnia telefonica prescelta o se viene invece offerto su canali ceduti da altre società.

Leggi gli ultimi articoli di UpGo.news

Questa risposta ti ha soddisfatto? Hai altre domande? Scrivilo nello spazio sottostante

avatar